mercoledì 1 gennaio 2014

Cambiando la gravità, le patatine diventano più buone. Friggerle su Giove?

Non state a chiedervi se la frittura migliore la faccia il fast food sotto casa o quella trattoria a qualche km di distanza. Perché tanto il top delle fritture lo trovate soltanto su Giove! Per farle più gustose, c'è chi magari le frigge due volte, chi aumenta l'olio o la temperatura. Ma oggi illustri scienziati hanno effettuato la frittura aumentando l'accelerazione di gravità: è come se invece che sulla Terra le patatine venissero cotte sul pianeta Giove. Con l'obiettivo di poter migliorare il cibo per futuri astronauti nello spazio. L'insolito esperimento - che ha voluto combinare le nozioni culinarie con i principali fondamenti della fisica classica è stato fatto dagli scienziati della Aristotle University of Salonicco in Grecia con l'Agenzia Spaziale Europea (Esa) e i risultati sono apparsi sulla rivista di gennaio di ''Food Research International''.


Gli scienziati hanno affettato le patate in sottili bastoncini e le hanno fritte in olio d'oliva, un lato alla volta, in una centrifuga rotante che cambia le condizioni gravitazionali presenti sulla Terra: raggiunge fino a nove volte il valore della gravità terrestre. Sul nostro pianeta, questo valore, espresso dal fattore g - accelerazione di gravità -, è pari circa a 9,8 metri per secondo quadro (m/s2): in generale l'accelerazione di gravità varia a seconda del pianeta preso in considerazione (e dipende anche dalla sua massa). Sulla Luna, ad esempio, la gravità è inferiore: è questo il motivo per cui qui il nostro corpo, soggetto a una forza di gravità minore, avrebbe un peso inferiore. Contrariamente, su Giove l'accelerazione di gravità è più alta: salendo infatti su una bilancia, il nostro peso sarebbe più elevato, pari a 3 volte quello terrestre.


I ricercatori hanno osservato che i maggiori livelli di gravità hanno aumentato il trasferimento di calore tra l'olio caldo e le patate (in maniera differente a seconda di come esse sono orientate), riducendone il tempo di frittura e rendendole spesse e croccanti. Infatti, essi hanno scoperto le condizioni ideali per realizzare una frittura croccante al punto giusto: la crosta raggiunge il suo massimo spessore quando la patata viene fritta ad una gravità tre volte superiore rispetto a quella terrestre. 

11 commenti:

  1. Molto interessante questo post, non avveo mai letto niente di simile, grazie!

    RispondiElimina
  2. wow una cosa nuova per me, molto interessante, andrei proprio a mangiar patatine su giova, le adoro

    RispondiElimina
  3. Interessante quest'informazione. Devo informare mia sorella: lei è un'appassionata di scienza e universo

    RispondiElimina
  4. Ottima scoperta! Peccato non poterle assaporare su giove :) Ci accontentiamo di friggerle sulla terra.

    RispondiElimina
  5. che bella scoperta, è interessantissimo questo post!

    RispondiElimina
  6. davvero molto divertente ed interessante questo articolo!allora per una buona frittura tocca farci un viaggetto su Giove??!

    RispondiElimina
  7. articolo interessate adoro le patatine e viaggiare corro su giove

    RispondiElimina
  8. Ma è fighissima questa cosa....io adoro le patatine fritte e magari così ne approfitto per visitare anche Giove!!!! nel frattempo però visto che non è una cosa fattibile comincio a friggerle anch'io con l'olio di oliva!!! una scoperta davvero sorprendente!!

    RispondiElimina
  9. un idea fantastica ma sicuramente costosa friggerle come se si andasse su giove

    RispondiElimina
  10. certo che non sarebbe alla portata di tutti friggere le patatine si giove^_^

    RispondiElimina
  11. adoro le patatine fritte..che interessante.

    RispondiElimina